Mia madre mi ha regalato una fattoria in città

Sono io con la mia anatra Abraham.

Chi compra sua figlia pulcini, anatre e un coniglio … nel mezzo della città?

Mia madre, ecco chi.

Immagina gli strilli di gioia una mattina di Pasqua. Sono stato il più felice di felice!

Non vivevamo in campagna. Piuttosto il contrario. Né avevamo ancora le penne e le custodie adeguate. Abbiamo ospitato la nostra famiglia allargata nella nostra lavanderia fuori dalla cucina. Aggiunte alcune lampade di calore. Feed acquistato. Ricevuto una conigliera donata per il cortile.

La nostra fattoria era pronta!

Come Fern di Charlotte’s Web , ho nutrito, abbeverato, nutrito e parlato con i miei amici ogni giorno. I loro sbirri, stuzzichini e dolcezza mi hanno fatto molto piacere.

I miei amici umani pensavano che fossi così fortunato. Infatti.

Un’anatra, Quincy, non ce la fece e morì dopo una settimana. È stata una dura lezione di vita. L’altra anatra, Abramo, prosperò.

Ero Fern e amavo i miei bambini piumati e pelosi.

Quando i pulcini e l’anatra superarono le loro morbide piume lanuginose e si trasformarono in piume adulte, era tempo di spostarle dalla lavanderia al cortile sul retro, in pollai e conigli.

Una ragazza è cresciuta in – rantolo! – un gallo e divenne la sveglia delle 5:00 (molto rumorosa) per l’intero quartiere. Abraham, l’anatra, era così ben educato che mi accompagnò attraverso il quartiere al guinzaglio. Waddle, waddle. Il coniglio era semplicemente felice con le carote ed è uscito per coccole, quando ho pulito la sua conigliera perennemente piena di cacca. Prendersi cura degli animali: un’altra lezione di vita.

Il nostro serraglio di animali in città ha simboleggiato la mia infanzia: colorato e interessante – pieno di vita, amore ed esperienze. Mia madre era la capofila, con il suo grande cuore e grandi sogni.

Anzi, sono così fortunato.