Mio nonno

Quattro anni fa, ho chiesto a mio nonno se potevo intervistarlo per uno dei miei primi incarichi giornalistici. Amava raccontare i suoi racconti, e mi è sempre piaciuto avere mia nonna lì per controllare e attenuare i suoi abbellimenti. Accettò immediatamente – ma poi fece la domanda che temevo di rispondere: qual è il compito? Beh, ho pensato, è solo un po ‘di risvolto per una delle mie lezioni, un po’ come un profilo, ma è davvero solo per esercitarsi, e dato che hai avuto una vita fantastica ho pensato a te. Ha visto proprio quello. Bene, ho detto. È un necrologio anticipato.

Mio nonno, James V. Caggiano Jr., a uno dei matrimoni dei suoi nipoti / Foto di Candace Booras

Gli scrittori Obit hanno spesso il compito sgradevole di scrivere sulla vita di persone famose per un motivo o per l’altro e di tenere le storie archiviate fino a quando non muoiono davvero. Quindi immagina di essere avvicinato da un giornalista e bam! Devi affrontare la tua stessa mortalità. Era, credo, l’unico incarico per cui mi fosse mai stato permesso di usare un amico o un familiare, e sicuramente il più morboso. Ma quando mi sono seduto per intervistarlo e abbiamo iniziato a parlare delle sue gesta da molto tempo prima che io nascessi, penso che entrambi ci siamo dimenticati della natura macabra dell’incarico. Perché ci sono troppe volte nella vita in cui ti prendi davvero il tempo di sederti con le persone che ami e ascoltare le loro storie. E mio nonno ha mai avuto storie.

Ha vissuto così tante vite in tutti i sensi della frase. Costruì case, possedeva cavalli da corsa, fece volare il suo aereo su e giù per la costa orientale (vedi: il tempo stava volando con gli amici e lasciò cadere un sacco di farina dal portello sul tetto di un altro amico), corse alcuni KFC durante il loro periodo di massimo splendore (fino ad oggi c’è un pacchetto di spezie segrete del colonnello nel congelatore dei miei nonni), negli anni Settanta ha regolarmente ospitato i Bruin nella sua piscina coperta ~ groovy, ha scritto un paio di libri di fantasia … l’elenco continua. E non mi farebbe caso di non menzionare il suo ultimo periodo con Clear Pools del New England, mettendo in difficoltà tutti coloro che avrebbero ascoltato – e molti che non volessero ascoltare – rimuovendo le sostanze chimiche dalle loro piscine e sostituendole con il suo sistema meno tossico . Non possiedi una piscina? Ciò non ti ha risparmiato dal suo spiel sui benefici della ionizzazione del rame. Mio nonno era appassionato di molte, molte cose. Più importante per lui di qualsiasi altro suo ruolo o esperienza, tuttavia, era il patriarca della migliore famiglia del mondo (divulgazione completa: lo scrittore può essere influenzato dal punto di vista editoriale). Ha battuto il cancro, gli infarti e gli ictus: immagina uno scenario mortale e mio nonno l’ha conquistato.

Pensavo che nessuno potesse amare qualcosa con la stessa forza con cui mio nonno amava i suoi nipoti, fino a quando non avesse avuto i suoi pronipoti. Sia che stesse giocando a “Creep Mouse” con Annie, incollando il vecchio trenino blu di Scotty di nuovo dopo che Parker lo ha inevitabilmente rotto, guardando Aubrey esibirsi, ridendo di quanto cibo Brooks era in grado di consumare, o semplicemente crogiolandosi nei sorrisi ampi ed espressivi di Dom e Ashton – amava la sua famiglia più di ogni altra cosa. E nulla che potessi scrivere poteva anche iniziare a catturare l’amore tra lui e sua moglie di 62 anni, mia nonna. Ci è piaciuto molto passare del tempo insieme. Quando io e mio fratello Teddy eravamo bambini, ci dirigevamo accanto a casa dei nostri nonni poco prima delle 20:00 per vedere Walker Texas Ranger che parlava di Hallmark. E, da adulti, l’ora del caffè settimanale della nostra tavola rotonda della famiglia ogni sabato è stato il momento clou della settimana per tutti i presenti.

Non avrei mai immaginato il giorno in cui avrei dovuto usare questa storia per qualcosa di diverso da un incarico di classe. L’uomo ha avuto nove vite! Era orgoglioso della sua vitalità, forza e risultati. E non c’era nulla che non potesse riparare. Rompere qualcosa? Aveva una colla o una vite o uno strumento per quello. E quando ha affrontato un caso particolarmente difficile, non si può mai lasciare che il sopracciglio solcato e borbottato “Gesù Cristo!” Ti prenda in giro – ne ha adorato ogni secondo.

Quella che segue è la versione originale e inedita del necrologio anticipato di mio nonno che ho scritto nell’ottobre 2013. Dalla pubblicazione originale, altri cinque pronipoti si sono uniti alla famiglia e mio nonno ha raggiante un po ‘più luminoso ogni nuova aggiunta. Non è deceduto il 6 ottobre 2013 all’età di 78 anni, ma piuttosto oggi, il 30 giugno 2017, all’età di 82 anni. Ti lascio con un ultimo pensiero – una riflessione troppo rilevante che ho scritto come studente del secondo anno in un post sul blog che riflette sullo scrivere l’obit: “Mio nonno ha davvero vissuto una vita incredibile e sono grato di averlo sentito da lui. È un peccato che così spesso aspettiamo che la morte colpisca prima di parlare della vita. ”

James V. Caggiano Jr. non potrebbe mai stare fermo. Sia che stesse completando un lavoro di costruzione, gestendo uno dei quattro franchising Kentucky Fried Chicken, volando in aereo o facendo manutenzione ordinaria sul suo Saugus, Mass. Casa, ha sempre tenuto le mani occupate. Alcune persone lo vedrebbero come un lavoro; per lui, era un modo di vivere e un modo di felicità.

Caggiano, un appaltatore in pensione che progettò e costruì case ed edifici commerciali in tutta la Nuova Inghilterra e scrisse due libri, morì il 6 ottobre all’età di 78 anni.

“Mio padre faceva sempre qualcosa. Ricordo quando saremmo andati a casa nostra nel Maine e ci saremmo tutti divertiti e rilassati sulla spiaggia “, ha detto Candace Booras, la figlia maggiore. “Non sarebbero passati cinque minuti quando saltava per andare a riparare l’altalena di corda, o tirare fuori alcune erbacce dal lago, o addirittura iniziare a rastrellare i pigne dalla spiaggia.”

Caggiano ha sviluppato una forte etica del lavoro in giovane età, lavorando in James V. Caggiano e Son Inc, la società di costruzioni iniziata da suo padre nel 1920. Ha iniziato con piccoli lavori, come il recupero di strumenti e il lavoro di carpenteria, e alla fine ha guadagnato più responsabilità, come la gestione di macchinari pesanti.

Dopo il liceo ha acquisito le competenze apprese lavorando per suo padre e le ha applicate durante un periodo di servizio presso la Marina, dove ha svolto un servizio attivo in servizi speciali e istruito su attrezzature pesanti nelle riserve prima di essere onorato con successo.

All’età di 23 anni, rilevò l’attività di costruzione di suo padre. L’attività era incentrata sulla costruzione di case, sebbene Caggiano fosse più interessato alle costruzioni commerciali. In tutti i suoi progetti, ha cercato di emulare l’impegno di suo padre nel dare alle persone un po ‘più di quanto abbiano pagato. Ha fatto del suo meglio, anche nel più piccolo dei lavori, e ha tratto il vero piacere da un lavoro ben fatto.

“Riparare le cose per altre persone, rendere il mondo un posto migliore, rendere le cose intorno a lui più belle ed efficienti: per lui non era un lavoro; ne ha tratto felicità “, ha detto Candace.

Negli anni ’70, costruì quattro ristoranti Kentucky Fried Chicken, che gestiva con sua moglie, Dolores.

“Lavorare fianco a fianco, lavorare in ufficio per l’azienda e alla KFC … è stato divertente”, ha detto Dolores. “Eravamo entrambi proprietari. Ci siamo scambiati idee e ci siamo rispettati. ”

Nel 1985, Caggiano era semirigido dal settore delle costruzioni, affidandolo a suo genero, Scott Jones, che continua a gestirlo oggi.

Caggiano ebbe una vita religiosa attiva nella chiesa del Santissimo Sacramento a Saugus, in Massachusetts, dove prestò servizio come ministro laico, insegnò lezioni religiose e lavorò con l’organizzazione caritativa della Società di San Vincenzo de Paoli.

La sua fede fu messa alla prova e rafforzata quando, dopo aver rimosso in modo improprio un tumore dormiente, nel 1978 apprese che il tumore si era metastatizzato ai suoi polmoni. Gli furono dati tre mesi di vita.

Ha ricevuto sei importanti cicli di trattamento nel corso di un anno. Durante il suo secondo trattamento di chemioterapia, un uomo misterioso che si identificò come Dr. Joseph apparve nella sua stanza d’ospedale. Gli disse che i tumori sembravano restringersi. Il dottore non fu mai trovato, ma Caggiano disse che questo incontro rappresentava una svolta nel suo trattamento del cancro e nella sua vita.

Da quel momento in poi, Caggiano dichiarò di aver stretto un patto con Dio che sarebbe andato in qualunque direzione lo spingesse. Iniziò a costruire case modulari per le persone che ne avevano bisogno e divenne più attivo nella chiesa.

Ha attribuito la sua spiritualità in gran parte alla sua pia madre e alla sua educazione religiosa. Caggaino è nato il 18 ottobre 1934 a Medford, in Massachusetts, dove ha vissuto fino a quando non si è trasferito a Everett, in Massachusetts. All’età di 14 anni, si è trasferito a Saugus, dove ha vissuto per il resto della sua vita.

Si laureò alla Saugus High School nel 1952. Diceva sempre di aver sognato di diventare un ingegnere; ha frequentato le lezioni alla Northeastern University prima di abbandonare l’attività di costruzione di suo padre. Sognava anche di diventare un pilota commerciale; fece la miglior cosa successiva e ottenne la patente di guida nel 1974, acquistando un aereo tutto suo e registrando oltre 4.000 ore di volo.

Caggiano ha cercato ruoli di leadership sin da piccolo. Ha corso come presidente di classe durante il suo ultimo anno di liceo. Nello stesso anno, un uomo con lo stesso cognome stava organizzando una campagna per il sindaco nella vicina città di Lynn. Cercando di capitalizzare la coincidenza, Caggiano “prese in prestito” i cartelli della campagna e li pubblicò in giro per la scuola. Il primo voto è stato un pareggio; si è tenuto un secondo referendum e Caggiano ha perso con un voto. Fu anni dopo che scoprì che la sua futura moglie, Dolores, aveva votato per il candidato avversario.

La sua vita ha preso molti colpi di scena inaspettati. Ha detto che non avrebbe mai immaginato di diventare un autore, ma a 72 anni ha fatto proprio questo. Ispirato da un sogno ricorrente e sollecitato da Dolores, ha pubblicato il suo primo libro, “My Angel”, nel 2006 e il suo sequel, “Marrying My Angel”, nel 2008 con Trafford Publishing.

Un’altra svolta inaspettata lo aveva portato a sua moglie. Lui e Dolores erano nella stessa casa del loro ultimo anno di liceo, anche se non è stato fino a dopo la laurea che si sono conosciuti in un doppio appuntamento al buio, una data che nessuno dei due si aspettava di portare da nessuna parte.

“Mi ha dato questa frase:” Verrò a prenderti nella mia Cadillac blu “, disse Dolores. “Entra con questa vecchia Ford, sebbene fosse blu. Pensava che mi avrebbe affascinato, ma ero un passo avanti a lui. ”

La loro data fu un successo; iniziarono a vedersi regolarmente e si fidanzarono il 4 giugno 1954. In un colpo di scena, la loro figlia maggiore, Candace, nacque nella stessa data due anni dopo. Si sposarono il 20 febbraio 1955.

“Una cosa ha portato a un’altra e siamo sposati da 58 anni”, ha detto Dolores.

Non è stato sempre facile, comunque. Nel 2003, Caggiano era nello studio del suo medico sottoposta a uno stress test quando è crollato sul tapis roulant. Fu portato in un ospedale locale e immediatamente trasferito al Massachusetts General Hospital, dove fu scoperto che aveva quattro arterie bloccate.

“È stato stressante: vedere la tua metà migliore, il tuo partner e amico, attraversare queste malattie”, ha detto Dolores. “Ho cercato di mantenere il lato positivo e di dargli tutte le cure che sapevo. L’abbiamo combattuto insieme. ”

L’ultima impresa di Caggiano è stata quella di distribuire un sistema di ionizzazione del rame privo di sostanze chimiche per le piscine; ha servito l’area del New England negli ultimi quattro anni, sperando, ha detto, di educare le persone sui pericoli del cloro e di altri prodotti chimici per piscine.

Sempre impegnato a mettersi in gioco, Caggiano era un cavaliere di quarto grado nel Consiglio dei Cavalieri di Colombo Saugus e servì come presidente della PTO al liceo delle sue figlie, St. Mary’s a Lynn, Mass. Era anche membro del consiglio di amministrazione di responsabile della costruzione e dei terreni del suo condominio di 150 unità a Fort Lauderdale, in Florida, dove lui e Dolores hanno trascorso l’inverno da 21 anni.

Oltre a sua moglie e sua figlia, Caggiano lascia altre due figlie, Jan Simoes e Lisa Jones, oltre a sei nipoti e una pronipote.